« Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.»

(Il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani. 10 dicembre 1948)

www.dolcepiemonte.com

giovedì 8 ottobre 2009

IL PASSO INDIETRO

Non poteva che essere il proprietario di una squadra di calcio il nostro Presidente del Consiglio: se si vince tutto bene, se si perde è colpa dell’arbitro.
Bisogna ammettere che si è trattenuto, invece di apostrofarli con un “venduti” o un ben più pesante “cornuti” ha optato per il suo cavallo di battaglia “comunisti”.
Ma vorrei che qualcuno mi spiegasse perché il nostro Presidente del Consiglio vuole continuare a coinvolgere tutto il paese nei suoi problemi giudiziari. Perché di questo si tratta.

Noi italiani non ne possiamo niente, sia nel caso i magistrati perseguitassero Berlusconi, sia nel caso contrario che Il presidente del Consiglio non abbia commesso nessuno dei reati a lui attribuiti.

Silvio Berlusconi NON è l’unico uomo di destra, nonostante riesca a raccogliere un grande consenso elettorale, il centro destra non sarebbe finito il giorno dopo il ritiro di Berlusconi.
Inoltre bisogna dire che dal 1994 ad oggi i governi Berlusconi hanno fatto alcune riforme e leggi importanti e positive, ma la promessa di “nuovo miracolo italiano” non si è avverata. Non solo, ma neanche il “pericolo comunista” stando alle stesse parole del Premier e dei suoi non è stato sconfitto.

Adesso Berlusconi si dovrà difendere in tribunale come lui stesso ha detto togliendo tempo al suo lavoro di Premier. Non credo che l’Italia si meriti questo, non è colpa degli italiani se il Presidente ha molti processi pendenti. Del resto se un normale cittadino come me viene indagato, ingiustamente o no, non ha tutti i mezzi di comunicazione a sua disposizione per spiegare il suo punto di vista.

Inoltre il presidente del consiglio aveva detto lui stesso che in caso di bocciatura del Lodo Alfano si sarebbe dimesso.

Per chi fa politica sarebbe meglio fare un passo indietro se davvero si vuole fare il bene del Paese.

http://verapolitica.blogspot.com

2 commenti:

stratega988 ha detto...

«I governi devono essere conformi
alla natura degli uomini governati.
»
(Giovanbattista Vico)

Quo usque tandem abutere Patientia nostra?

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie