« Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.»

(Il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani. 10 dicembre 1948)

www.dolcepiemonte.com

mercoledì 25 agosto 2010

CARITAS PER IL PAKISTAN

Una grande tragedia sta avvenendo in Pakistan e contrariamente ad altre occasioni i media italiani non diffondono gli estremi per effettuare donazioni alle popolazioni alluvionate. 
Cosa sta succedendo?
Forse i morti di Haiti sono diversi da quelli del Pakistan?
In queste pagine cercherò di diffondere alcuni indirizzi per effettuare le donazioni.
Tengo a precisare che IO NON RACCOLGO FONDI mi limito a dare gli estremi di organizzazioni umanitarie  AFFIDABILI a cui destinare i soldi.
So che non è molto ma è quello che posso e so fare. Quello che riporto qui sotto è l'articolo integrale tratto dal sito della Caritas: 



PAKISTAN
 
Le alluvioni di questo mese di agosto hanno provocato il peggior disastro a memoria d'uomo nel paese. I morti sono 2.000 e le persone colpite circa 20 milioni. Abitazioni distrutte, perdita di raccolti e dei capi di bestiame, vie di comunicazione interrotte e rischi di epidemie dovute alla mancanza di acqua potabile e alle difficili condizioni igienico-sanitarie.
 
Caritas Pakistan, con il sostegno delle altre Caritas, tra cui anche Caritas Italiana, si sta concentrando su 4.795 famiglie in cinque diocesi colpite (Multan, Quetta, Faisalabad, Rawalpindi/Islamabad e Hyderabad), alle quali distribuisce tende, cibo, articoli non alimentari di prima necessità e garantisce assistenza sanitaria e medica.
 
Questi primi interventi rientrano nel più ampio programma di emergenza alluvioni, che verrà realizzato nell’arco di tre mesi, per il quale sono necessari fondi pari a 4 milioni di euro. A beneficiarne saranno complessivamente 250.000 persone.
 

Il vescovo di Multan, S.E. Mons. Andrew Francis, ha visitato il dispensario di CaritasPakistan a Multan (foto), situato vicino Dera Dina Panah, una delle città più colpite dall'alluvione nella provincia di Punjab. Il vescovo ha sottolineato che questa non è la prima volta in cui i cristiani lavorano per aiutare i fratelli musulmani.
 
Il dispensario ha finora fornito assistenza medica a 1.950 pazienti e distribuito cibo a 3.000 persone.
 

 
La Conferenza Episcopale Italiana si è attivata stanziando un milione di euro e invitando le comunità ecclesiali alla preghiera e al sostegno delle iniziative di solidarietà promosse dalla Caritas Italiana.
  
PAKISTAN
 
Comunicati e aggiornamenti (pdf)
 
Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte tramite C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale "Pakistan". Offerte sono possibili anche tramite altri canali.
 
 

Nessun commento: